Gli Artisti di Elettronica Romana

Brando Lupi

Brando LupiNato artisticamente come musicista e produttore nel 1990, l’artista romano Brando Lupi inizia la sua attivitá da dj esibendosi in numerosi locali del territorio nazionale. Nel corso degli anni la sua collaborazione si estende a diverse band dalle piú svariate contaminazioni, con conseguenti concerti per tutta l’Italia, l’Europa e l’America, con le quali ha potuto esprimere la sua vena artistica spaziando dall’industrial rock all’elettronica. Nel 2000, insieme ad Attilio Tucci , fonda la label DETUNE records , caratterizzata da uno stile inconfondibilmente elettronico e progressive che riscuote ampi consensi in tutto il mercato europeo e che porta Brando Lupi a dare inizio a ulteriori produzioni per altre labels, diventate ormai prestigiose nel panorama mondiale, come Orange Groove (distribuita da NEUTON ) ed Elettronica Romana (distribuita da KOMPAKT ) che lo vedono al fianco di uno degli artisti piú interessanti di questi ultimi tempi: Donato Dozzy . Attualmente é al lavoro per preparare il suo nuovo album da solista… un grande artista!!!


Diego Capri e Andrea Gentile

Diego CarpiAssidui frequentatori di clubs e parties internazionali, Diego Capri e Andrea Gentile crescono artisticamente influenzati dal suono minimale di Richie Hawtin passando per il groove napoletano (vedi Marco Carola,Rino Cerrone,Gaetano Parisio,etc…). Dopo numerosi dj-set in diverse one-night e serate importanti come “Minima”,”Friday Fake”,etc.. decidono di produrre arrivando così nel 2005 a essere scelti per un E.P. totalmente loro sulla ormai avviata nuova label “Elettronica Romana” distribuita in esclusiva mondiale dalla tedesca Kompakt,infatti il loro ER006 “Minimal Configuration” esce a Febbraio 2006, parallelamente creano la loro nuova label “Doubledrop” con uscita a Marzo 2006. Il loro stile è inconfondibile nelle produzioni, un minimale molto click duro. I loro dj-set fanno muovere dall’inizio alla fine grazie alla loro concezione ben chiara di club e di big party. Sicuramente una nuova forza nella scena italiana… ne sentirete parlare!


Donato Dozzy

Donato DozzyDonato Dozzy è da anni uno dei protagonisti del sabato sera al Brancaleone, uno dei club italiani più affermati che riesce a diffondere e far vivere al meglio il suono della musica underground nella capitale. La serata ” Microhouse “, infatti, lo ha visto protagonista, al fianco di alcuni fra i più grandi nomi sulla scena mondiale, con performances che esprimono tutta la sua conoscenza e abilità e che danno vita a dj set e laptop set carichi di emotività, capaci di spaziare attraverso le diverse sfumature della musica elettronica. In veste di produttore, dopo essersi fatto le ossa con i Kitchentools , Dozzy negli ultimi 2 anni ha sfornato numerose produzioni e RMX su etichette ormai diventate realtà mondiali come l'”Orange Groove” di Berlino e l’italiana “Elettronica Romana”, più vari RMX su Lan Musik e Plak. Le sue tracce sono state selezionate per diverse compilation importanti su “Dumb Unit”, “Positive Disorder” di Marco Bailey, “Time Warp 2006” mixata da Tiefschwarz, “Live at Red Light Vol.2” mixata da Fafa Monteco. I suoi dischi sono presenti nelle charts di artisti come Ellen Allien, Laurent Garnier, Mathew Jonson, Luciano, Miss Kittin, Ricardo Villalobos e vengono suonati dai djs più interessanti dell’intero pianeta. Attualmente si e’ trasferito a Berlino dove è resident mensilmente allo storico “Panorama Bar”, non trascurando la sua residenza mensile al “Brancaleone” di Roma. Un’artista con uno stile inconfondibile come produzioni e come dj, il suo filo conduttore è il viaggio ipnotico, qualcuno ha detto:”Minimal Trance”!


Freddy K

 Freddy KRomano,nato artisticamente durante la famosa scena rave capitolina dei primi anni ’90,grazie ai suoi dj-set, al suo programma radio “Virus”(poi divenuto un vero e proprio marchio nel 1993) e alle sue produzioni discografiche sulla storica “ACV Records” diventa negli anni ’94/’95 uno dei maggiori esponenti italiani della techno (in quel periodo nasceva artisticamente Marco Carola). Inizia così a produrre numerosi remix per lo storico artista americano Robert Armani e ad essere scelto, insieme a nomi del calibro di Dave Clarke e Adam X, per la produzione di numerose compilation, stringendo in seguito, una proficua collaborazione con gli artisti stessi. Ma è il suo album “Rage of Age” del 1994 a lasciare il segno, perchè arriva nelle più importanti classifiche europee del settore house/techno, toccando persino il terzo posto (vedi la rivista francese “Out Soon” e il giornale tedesco “Frontpage”). Determinante la sua presenza a techno_house festivals storici come quelli in Svizzera (Evolution 1 1995/World Dance Convention/Garden of Eden/Metropolis 1/etc..), in Francia (Arcadia Parigi/etc..), in Olanda (Megarave,etc..), in Belgio e al club “MDM” di Mosca dove è sato ospite per tre volte nella stagione 95/96, curando anche le musiche della “Fiera della moda italiana a Mosca” del 1996. Creatore del Virus trade mark, diventa con il suo staff, l’organizzazione che dal 1993 al 1995 detiene la nomina di official public relator in Italia per i raves “Energy” di Zurigo e che produce a Roma la famosa one-night “Oxygene”. Suonando nei migliori club italiani (Jaiss, Cellophane, Red Zone, Goa,..) e partecipando a numerosi raves, arriva ai giorni nostri collaborando con le migliori organizzazioni vedi Tresor di Berlino, musicalmente orientato su sonorità techno, minimale e acid house, riuscendo a creare un’ottimo feeling con il dancefloor e rimanendo così uno dei djs di maggior spessore ed esperienza. In contemporanea si dedica allo sviluppo del suo marchio Virus che lo porta ad aprire “Virus Records” un negozio di dischi che vede da tre anni la fusione con lo storico Remix. Attualmente è resident dello storico “Jaiss” club 2 volte al mese e tutti gli eventi della “Fortezza da Basso” a Firenze, collaboratore per il Tresor di Berlino, ha suonato al “Culture Box” di Copenhaghen diviso con il negozio, la distribuzione, le sue label (insieme al mitico Sandro Nasonte) “Elettronica Romana”, ”Whiff” e i numerosi progetti discografici (vere soprprese) che bollono in pentola con artisti del calibro di Marco Bailey, Rob Acid, etc… quando lui suona è sempre un grande evento!!


Gorgio Gigli

Giorgio GigliGiorgio Gigli nasce a Roma nel 1976. La passione per la musica e il collezionare vinile l’ha portato a iniziare nei primi anni ’90 la carriera di dj, cominciando a suonare techno e deep-house. Ma é in questi ultimi anni che il suo suono intraprende nuove direzioni elettroniche, deep e ipnotiche, attirando l’attenzione di club internazionali, come il Goa Roma, il Pulp di Parigi e l’Hard Club in Portogallo, dove viene chiamato a suonare. Ha suonato a fianco di nomi come Swayzak , Kyoto Jazz Massive , Dzihan & Kamien , Tutto Matto e Bruno Lepetre . Nel 1999 inizia a produrre musica e attualmente è una delle figure chiave dell’etichetta “Elettronica Romana” distribuita in esclusiva mondiale dalla tedesca Kompakt.
E sarà proprio la prima produzione della label, “Chiki Disco”, a portare la sua firma insieme a quella di Donato Dozzy, entrando così nel circuito internazionale e conquistando i consensi di artisti come Mathew Jonson, Magda, Mandy, Fafa Monteco, Satoshi Tomie… Le ultime due uscite sono state considerate vere e proprie perle: la prima “Rarefied Atmosphere” uscita sull’etichetta bomba del momento la Dumb-Unit di Berlino (del canadese Jeremy P. Caufield ), ottenendo ottime recensioni su tutti i magazine specializzati internazionali; la seconda è il misterioso Elettronica Romana 002 “Geometrik Forms”. Entrambi sono distribuite in esclusiva dalla Kompakt. Le sue produzioni sono inconfondibili: viaggio minimale e ipnotico!


Joe Casagrande

Joe CasagrandeJoe Casagrande nasce a Roma nel 1966 e diventa attivo nella produzione di musica elettronica nel 1995 dando vita insieme al Dj britannico Matthew Mountford il progetto “Surya” che sperimenta Live-set dance oriented a 360 gradi e con il quale vincono Enzimi nel 1997 e compaiono come gruppo spalla ad artisti del calibro di Orb e Dj Trash . Al tempo stesso vengono chiamati a esibirsi al Palazzo delle Esposizioni e in altri contesti legati all’Arte per la loro attitudine alla ricerca e alla sperimentazione. La loro fertilitá creativa li porta nei club romani piú importanti, come il Goa Club , dove per diverse stagioni consecutive propongono collaborazioni estemporanee con artisti provenienti da diversi background musicali: memorabile l’esibizione con Charlie Anderson , membro della storica ska-band londinese The Selecter . Le loro produzioni contano diverse uscite, dal primo singolo sulla WOT4 , alla saga di Aliens in Roma , ma anche Music to Watch prodotta dalla side label americana della STAALPLAAT – SOLEIL MOON . Da solo, Joe Casagrande collabora con artisti di arte visiva come Matteo Basilé e Ran Ancor , improntando suggestivi tappeti sonori ai loro progetti e produce Cybophonia per l’etichetta bolognese Irma Rec . che lo include in diverse compilation. Di recente ha collaborato con il violoncellista finlandese Juhgo Laitinen , riprocessando in real time dal vivo il violoncello e la voce di Juhgo, attraverso un computer portatile. Attualmente lavora insieme a Maurizio Cascella con il quale ha appena prodotto l’EP “Ra-Moon-Koom” inciso su Elettronica Romana e con Dj Red , producendole l’EP “Silk or Metal” per Unpolite Records .


Maurizio Cascella

 Maurizio CascellaMaurizio Cascella nasce il 19 febbraio 1977. Inizia la carriera da dj nel ’90 proponendo le sue selezioni musicali sulle frequenze delle emittenti radiofoniche private di Pescara, la città dove ha vissuto fino a 18 anni. Presto è chiamato a suo nare nei club più esclusivi della zona pescarese, tra cui l’ Honeypot , il Jenny , l’ Halley e l’Underground City . Le sonorità elettroniche e le contaminazioni Afro, Dub e New Jazz distinguono Cascella come un dj estremamente eclettico. Successivamente è invitato a suonare in molti club italiani sia al sud che al nord. Anima le serate nei club dell’Emilia Romagna – il Kinki di Bologna, la Carcerre di Reggio Emilia, il Maffia di Modena – del Veneto, dove è stato più volte ospite del zona di Treviso – della Lombardia – per suonare alle serate del See You milanese e di altri club piemontesi come il Cover e il Barbar di Torino. Contemporaneamente la stagione estiva lo vede in Sardegna, protagonista delle serate del Blues Cafè di Porto Cervo, di cui diventa ed è tutt’ora dj resident. Dj di punta delle serate settimanali del Blues Cafè al Ritual , è tra gli organizzatori delle feste che animano lo storico club della Costa Smeralda e si sposta tra La Siesta di Alghero, il Blue Star di Sassari e, insieme al gruppo Harder Time, suona nei più esclusivi club cagliaritani. Alla fine degli anni ’90 inizia la sua collaborazione con il club romano Goa e, nel 2000, si trasferisce definitivamente a Roma dove tutt’ora vive e lavora. Oltre che alle serate del Goa , suona al Ketumbar , al Supper Club , ai Magazzini Generali , al Deseo , al Brancaleone e in altri locali della capitale. I nuovi club di Modena come il Cenerentola ed il Joia chiedono la sua presenza fissa. Dietro la consolle si affianca, tra gli altri, a dj come Claudio Coccoluto, Francesco Farfa, Giancarlino, Gemolotto, Leo Mass, Ralf, Claudio Di Rocco, Ricky Montanari e, tra gli stranieri, Josè Padilla, Matthew Dear, Tania Vulcano, Dave Piccioni, Marco Carola, Tony Hamphries ed altri ancora. Nel 2003 viene chiamato a suonare alla festa di MTV Europe , con la quale inizia un rapporto di collaborazione. Viene invitato a suonare a Londra al club Drunken Monkey e a partecipare al party inaugurale del festival di musica elettronica di Bricklane. Nel Novembre 2005 viene invitato a Praga per la One Night Plastique al Radox FX . Oltre ai club segue le sfilate di alcune delle grandi griffe dell’alta moda parigina creando suggestive colonne sonore ad hoc ed è chiamato ai party organizzati da maison come Roberto Cavalli, Gucci, Egon Von Furstenberg ed altre. Impegnato anche sul fronte della produzione musicale, sono due – oltre ad una serie di produzioni realizzate in collaborazione per eventi e perfomances – i progetti attualmente al suo attivo: Argentino , realizzato nel ’94 in collaborazione con Dino Mazzarulli per la label U.M.M . e nel 2005 esce con il progetto Ra-Mon (in collaborazione con Joe Casagrande ) per la prestigiosa label “Elettronica Romana ” distribuita in esclusiva mondiale dalla tedesca Kompakt, firmando il 4°E.P. Per l’Autunno 2006 firma il futuro numero 010 di “Elettronica Romana” dal titolo “Room Concept” un’altra bomba di elettronica e originalità . All’attività di dj affianca da sempre la sua passione per la pittura, molte sono le mostre da lui realizzate sia in Italia che all’estero. Un personaggio che dietro la consolle non sbaglia mai un colpo!


Modern Heads

Modern HeadsModern Heads crew è la fusione tra i suoni di Dino Sabatini e Gianluca Meloni, musicisti e dj-producers con anni d’esperienza nel campo della musica elettronica con il supporto dei video di Davide Alaimo, vj romano. Influenzati dal big beat dei Chemical Brothers come dal Jazz-Rock dell’ultimo Miles Davis i Modern Heads uniscono sequenze elettroniche al suono di strumenti veri (fisarmonica, chitarre) dando vita ad un originale e intraprendente mix. Dal 2003 inizia la solida collaborazione con Antonello Salis, pianista e fisarmonicista Jazz di fama internazionale dal percorso ormai trentennale, costellato da collaborazioni eccellenti ome Don Cherry , Han Bennink, Cecil Taylor, Pat Metheny, Don Pullen, Ed Blackwell, Billy Cobham. L’elettronica come “new dance” e come massima espressione del suono sintetico, fa capire quanto è grande il potenziale di questa miscela esplosiva soprattutto quando si tratta di artisti come loro, padroni del digitale e dell’analogico!! La creatività abbinata alla tecnologia audio e visiva, quello che puoi vedere lo puoi sentire e quello che puoi sentire lo puoi vedere… il tuo corpo si comincia a muovere…sei sotto l’effetto Modern Heads!! Dopo numerosi concerti e live-set nel circuito Jazz internazionale, decidono nell’Ottobre 2005 di tuffarsi totalmente nel mondo della dance elettronica iniziando la collaborazione con Remix, lo storico negozio romano di musica elettronica riferimento per tutta la scena romana. Insieme inaugurano il nuovo centro di produzione all’interno del negozio stesso, producendo giorno dopo giorno. Esce subito il loro primo 12” capolavoro di minimal-techno “Pathology” sull’etichetta “Elettronica Romana” distribuita in esclusiva mondiale dalla “Kompakt” di colonia, la più forte distribuzione di dance elettronica al mondo. Il disco arriva subito al top nelle Charts di numerosi artisti djs internazionali come lo storico claudio Coccoluto e viene subito scelto per la compilation ufficiale del “Time Warp 2006” uno dei più grandi eventi mondiali, mixata niente di meno che da Tiefschwarz; a febbraio 2006 uscirà il loro nuovo singolo “Gliding” per la nuova etichetta “Meadow Lark” con il prestigioso RMX di Pig&Dan della Cocoon, a marzo Elettronica Romana 07 dove collaborano con la dj romana Rossella per un altro cocktail esplosivo di ipnotismo minimale. Hanno già suonato live come guests a numerose serate importanti come “Minima”, “Love Minimal Party” a fianco di ospiti internazionali. I loro live non te li scordi, vedere tre uomini con strumenti veri analogici che ti trascinano in un atmosfera di ritmi incalzanti, ipnotici dove il difficile diventa fermarsi ma soprattutto capire dove ci si trova. Modern Heads il vero total live!


Riccardo

RICCARDORomano, 24 anni di cui 5 passati a studiare musica al conservatorio, nel 2003 si avvicina alla musica elettronica e all’arte del djing, acquistando tutto l’assetto necessario per poter vivere al meglio questo suo nuovo amore. Il suono che sceglie é l’incalzante groove della techno e della minimale senza mai perdere di vista il dancefloor, qualitá che lo porta ad avere un ottimo impatto con il pubblico. Presto diventa uno dei dj resident dell’organizzazione piú famosa di party gay, quella che ha ideato il Gay Village e il Kinder Garden . Nel 2004 comincia ad avvicinarsi alla produzione specializzandosi fino ad ottenere la prima uscita ufficiale su Elettronica Romana : un talento da tenere sott’occhio!


Rossella

rossellaDopo un breve soggiorno a Parigi all’alba del nuovo millennio, affascinata dalla cultura cosmopolita della capitale francese, Rossella decide di portare le note avvolgenti della Musique Du Monde nei club romani. Durante le sue residenze come dj nei più noti discobar della capitale (Le Bain, La Maison, Ketumbar), sviluppa un proprio concetto di musica lunge affiancando alle sonorità etno, ritmi trip-hop, dub, bossanova e drum’n’bass. Ma il gusto per la contaminazione non si ferma qui, amante di suoni inconsueti e influenzata dalle prime uscite della etichetta Poker Flat, Rossella, sposta la sua ricerca musicale verso sonorità minimali elettroniche, proponendo un discorso orientato verso ritmiche house e techno, ma restando fedele alla sperimentazione e alle atmosfere sofisticate che hanno da sempre caratterizzato i suoi set. Grazie a queste peculiarità nel giro di tre anni il suo sound ha subito un’evoluzione tanto interessante da portarla come assidua ospite alle serate After Tea e Wonder Woman del Goa, uno dei più importanti club di Roma, ed a diverse residenze capitoline (Robotique all’Alibi, Liquid…). Ideatrice della serata “Pure” al Fake, che vede alternarsi di volta in volta in consolle ciascuno con le proprie sonorità, dj come Dozzy, dj Red, Lory D, Claudio Fabrianesi, mostrando le varie sfumature di un unico genere di musica elettronica, la techno minimale. Oggi Rossella è diventata una delle dj più richieste nelle one night romane – Microhouse (Brancaleone), L-Ektrica – (Akab), Expander (Ex- Magazzini), Playground (Fake), Ultrabeat (Beatpark) ed è anche apprezzata in diversi dance-floor italiani: Velvet (NA), Globulo (BS), Atlantis (LE), I Gufi (LT), Makkeroni(LT), Rising South (NA), Myllenia (FR). Nel 2006 entra a far parte della scuderia dell’etichetta discografica “Elettronica Romana” distribuita in esclusiva mondiale da Kompakt, infatti E.R.007 sarà un 2 tracce firmate Modern Heads & dj Rossella…